+39 0586 322281 | info@studioigea.it

 

‘PROFESSIONISTA SANGUISUGA’: ZANZARE, COME PREVENIRLE E COME CURARE LE PICCOLE PUNTURE

‘PROFESSIONISTA SANGUISUGA’: ZANZARE, COME PREVENIRLE E COME CURARE LE PICCOLE PUNTURE


In estate il corpo viene più esposto all’ambiente circostante e ci ritroviamo di fronte a differenti piccole noie da ‘risolvere’ quotidianamente. Dobbiamo stare attenti alla luce del sole; ci ritroviamo con irritazioni o eritemi dati da sudore, caldo; i capelli diventano ingestibili e rovinati dal sole e dal mare; le gambe sono pesanti e gonfie, ecc.
E poi ci sono anche loro… Quelle che irrompono nel silenzio della notte e con il loro ronzio ci disturbano il sonno e, ci svegliamo la mattina seguente simili ad un cane dalmata con prurito e ponfi rossi, degni di una professionista sanguisuga.
Signori e signore, di chi stiamo parlando???? Ta dannnnn….
Di loro…. le ZANZARE, tigri e non…
E cosa è possibile fare per ridurre il disturbo a noi ed a nostri cari?
Innanzitutto, sarebbe opportuno rivedere l’ambiente in cui si vive.
Cosa significa questo? Ovviamente, non è possibile cambiare casa o domicilio per il ‘fastidio zanzare’, ma è possibile evitare o limitare il loro ingresso nell’abitazione. Proteggersi con le zanzariere è già una buona soluzione di partenza, si possono utilizzare oli essenziali o candele con profumazioni non gradite dalle zanzare (citronella).
Se nella vostra abitazione infine avete vasi o recipienti che possano causare ristagno acqua, il consiglio di STUDIO IGEA è quello di eliminare i ristagni, causa di riproduzione di larve di zanzare tigri. Nei portafiori è possibile mettere dei piccoli filamenti di rame, che creando ossidazione nell’acqua e non permettono la proliferazione delle larve.
Per proteggersi individualmente è possibile ricorrere all’uso naturale di sostanze che allontanano le zanzare. Sconsigliamo l’uso di spray repellenti di origine chimica in quanto sono inquinanti per l’ambiente e danneggiano la nostra salute (l’INCI di tali prodotti è nocivo per la nostra pelle) e danneggiano anche la salute di insetti impollinatori (api), che sono in via d’estinzione.
La miscela di oli essenziali è molto utile e deve comprendere oli quali:
– O.E. di Lavanda
– O.E di Eucalipto
– O.E di Citronella
– O.E. di Geranio
– O.E. di Basilico
– O.E. di Albero del Té

In commercio vi sono diverse formulazioni per potersi proteggere con gli oli essenziali ed un alto un buon repellente per gli insetti che è l’olio di Neem. Su quest’ultimo la fragranza odorosa non è il top, ma senza dubbio un ottimo prodotto come repellente degli insetti e può essere tranquillamente utilizzato per fare miscele di oli essenziali.
Comunque per i più pigri, o impazienti, esiste un buon mix pronto all’uso da nebulizzare sulla nostra pelle o da spargere negli ambienti che è lo Zeta Free di Flora http://shop.flora.bio/zeta-free/2768-spray-corpo-zeta-free-100-ml-bio-icea-8019359010914.html.
Per poi alleviare la puntura di zanzara si può applicare l’olio essenziale di Lavanda direttamente sulla puntura stessa, l’Aloe vera , o semplicemente ghiaccio. Sconsigliamo vivamente l’utilizzo di creme al cortisone o antistaminici, in quanto, oltre ad essere farmaci, sono fotosensibili, per cui con la luce solare a cui siamo giornalmente esposti, causano secondare problematiche dermiche. Pertanto, cerchiamo di ricorrere a soluzione più in linea a quello che è il benessere del nostro corpo, allora sì che anche la puntura di insetto di zanzara, non sarà più così tanto temibile!